Sugli strafalcioni, con strafalcione

L’esame di abilitazione è ancora in corso, sono appena terminate le prove scritte ed è venuto fuori di tutto. Un trionfo di strafalcioni. A partire da «abbiamo» scritto con l’acca – habbiamo -, a «correzzione» con due zeta, a «paté d’animo» invece che patema, «plurale magistratis» al posto di maiestatis.
[…]
«Al di là delle difficoltà espositive, che rivelano scarso interesse per la nostra lingua, le gaffe principali sono di natura ortografica, grammaticale e sintattica. A livello di scuola elementare.»

È un estratto da un articolo di Grazia Longo su la Stampa del 16 febbraio, che descrive lo sfacelo linguistico in cui sono precipitati i candidati dell’ultimo esame di abilitazione alla professione di avvocato.
L’intero articolo è visibile qui, oppure — con un’impaginazione tremenda
direttamente sul sito del quotidiano.

Ma l’articolo merita una menzione su questo Osservatorio anche per un’altra ragione. Al quarto capoverso si legge infatti:

E che si tratti di un trendy nazionale è confermato anche da un illustre componente della commissione centrale […]

Trendy nazionale?!

Un pensiero su “Sugli strafalcioni, con strafalcione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...