Strafalcioni invalsi

Immancabili come le zanzare e le manovre finanziarie correttive, ecco gli esiti dei quiz dell’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema educativo di Istruzione e di formazione (INVALSI) che, costruiti per comprovare l’esistenza di un’emergenza educativa, riescono a compiere la missione loro assegnata: uno studente (parliamo dei ragazzi che sono appena usciti dalla scuola media) su tre è insufficiente, e solo la metà si eleva al disopra della semplice sufficienza. A portare giù gli esiti sono soprattutto la grammatica e la geometria. L’unica nota positiva, a quanto sembra, è nel comportamento degli studenti meridionali, che quest’anno si sono disciplinatamente comportati peggio dei loro colleghi settentrionali, risparmiando ai valutatori dell’INVALSI la fatica di dover ricalibrare più volte i criteri di correzione per far risultare gli studenti nordici migliori dei loro colleghi “sudici”.
 
Girolamo di Michele, Carmilla, 9 agosto 2010, continua qui.

Ci vuole fegato


 
 


Parecchi refusi (alcuni sistematici come gli accenti gravi in parole come poiché, perché, giacché) nella versione corrente del classico A sangue freddo di Truman Capote che Garzanti ripropone nella vecchia veste tipografica della fine degli anni Sessanta. Gli esempi qui riportati sono a pag. 219 e 220. Si ringrazia Alessia per le segnalazioni.