Taxi writer

Andrea ci ha gentilmente fornito il volantino promozionale di una compagnia di taxi privata della Capitale, evidentemente rivolto ai potenziali clienti stranieri. Il testo inglese è maccheronico e pieno di obbrobri, di cui quelli sottolineati sono solo i più evidenti.

Sospettiamo che l’iniziativa avrà difficoltà a raggiungere il suo scopo. Anche perché la promozione è affidata allo slogan “perché pagare 11 euro per il treno quando il taxi ne costa 40”, che onestamente non ci sembra il massimo dell’efficacia.