Imperfetto

Dal manuale d’uso dell’ultimo Apple MacBook Pro, per gentile contributo di Marco. Un altro spazio manca nell’ultima riga, ma è niente in confronto alla perla sottolineata.

Un po’ di attenzione non guasterebbe

Un segnalibro fotografato da Francesca Romana alla Fiera della piccola e media editoria di Roma lo scorso dicembre. Del resto se certi errori finiscono nei libri non possono certo esserne immune i segnalibri.

Inedito rilkiano

Nella nota bibliografica evidenziata e tratta dal Libro d’ore, di R.M. Rilke (Servitum 2008), all’autore è attribuita l’opera I quaderni di Malte Laudris Brigge, mentre il nome corretto è Laurids.
Segnalazione, titolo e buona parte del testo (oggi siamo pigri) sono di Giacomo, cui va l’ennesimo ringraziamento.

Nel calderone dello Strega

«[…] una lunga lista di refusi, periodi zoppicanti, goffi accostamenti verbali […] Opere finaliste o escluse, pubblicate da piccoli o grandi editori: ormai è evidente che correttori di bozze approssimativi e editor frettolosi non guardano in faccia nessuno.»

Sul Riformista dell’8 luglio Domenico Peste si lamenta a ragione della pessima qualità del testo in molte opere presentate al premio Strega: refusi, tautologie, allitterazioni in un contesto così importante fanno riflettere una volta di più sull’idea che gli editori hanno del loro prodotto.

L’articolo completo, con esempi, si può leggere qui.